Translate

Capodanno

Nel mio pensiero di fine 2014 non vi augurerò che vi “capiti” ciò che desiderate, che “il destino voglia” che si realizzino i vostri sogni o che affidiate il vostro futuro a gesti scaramantici.
Vi auguro di non aver bisogno di indossare mutande rosse questa sera o mangiare lenticchie dopo la mezzanotte, per sentirvi più sicuri…
Piuttosto vi (e mi) auguro di credere che sia in voi stessi il miglioramento che tanto attendete, auguro di avere la forza di essere la vostra fortuna, auguro di essere capaci di prendere per mano il vostro destino ed indirizzarlo dove lo desideriate… e se qualcosa andrà storto di non disperare; come dice mia nonna “nessuno va in paradiso quazatu e vestuto” (nessuno si presenta in paradiso ben vestito = senza peccati) quindi rialzatevi, abbiate l’umiltà di migliorarvi, di spronarvi e reagire…e se proprio le cose non vanno, cercate un’altra strada potrebbe sorprendervi e rivelarsi migliore della prima.
Non speriate che sia “il 2015” a portarvi la felicità, è solo un numero e da solo può fare poco.
Siate voi stessi gli artefici delle vostre più grandi soddisfazioni!

(“Prendete per mano la vostra vita e fatene un capolavoro” Papa Giovanni Paolo II)

Commenti

I post più letti questa settimana

Il potere dei colori nell'arredo

Sai riconoscere gli Stili d'Arredo?

SEGUIMI SU ⬇️

NEWS D'ARCHITETTURA E DESIGN