Translate

Boccastorta!



Un anno.
Un anno come oggi.
Un anno che porti sul tuo dolce musetto i segni della cattiveria e del menefreghismo umano.
Un anno fa, in queste ore.
Perché non bastava quello che avevano fatto con Luna...

Una sagoma di gatto mal seduto, nascosta sotto la macchina di Gino.
Dopo aver perso tutto quel sangue durante la notte, avevi trovato lì il tuo posto sicuro.
La zampa maciullata e penzolante, che ti si vedeva da parte a parte, era troppo dolorante per potersi muovere.
Un miagolio straziante e irriconoscibile.
"Leo, sei tu?"
Ti sei voltato...
Un colpo al cuore!
Il viso sfigurato, gonfio, gli occhi stretti e rossi...la mandibola...spaccata a metà...dalla quale penzolava quella piccola lingua intrisa di sangue scuro...
È l'immagine più atroce mai vista. Inumana.
Mai avrei immaginato di doverla vedere su di te! Sul cucciolo della mia cucciola. Sul micio più buono e più dolce del mondo.
Come si sono permessi??

Ma chi ti ha fatto tutto questo se ne deve esser fregato di chi tu fossi, di quanto stessi soffrendo. Anzi, era anche il caso di far sparire l'unico mezzo tramite il quale avremmo avuto la possibilità di ritrovarti nell'immediato togliendoti forzatamente quel collare col gps.

Invece, hai anche dovuto subire una notte da solo; lo scombussolio e la paura dei vigili del fuoco che tentavano di liberarti; di tutte quelle persone che ti guardavano ed erano lì nella speranza di riportarti a casa.

E poi il viaggio dall'ortopedico...dio che puzza di sangue!!
Non dimenticherò quella puzza di sangue che ti si è attaccata addosso per giorni!
Il tuo doloroso miagolio: "umana, sto male, perché mi fai fare un viaggio in macchina?"
E poi gli antibiotici, le medicine, gli omogenizzati, il rinunciare ai tuoi amati croccantini, con il rischio di non poterli più mangiare...i punti alla zampa, il ferro fra i denti, il collare veterinario, te buttato a terra senza forze che continuavi a lamentarti per il dolore, il canino spezzato, la bocca perennemente aperta...

Un anno.
4 ottobre, San Francesco protettore degli animali.
Io non so se San Francesco ha avuto pietà di te, (o più di noi) so che tu hai avuto una incredibile, sebbene straziantemente dolorosa, forza di sopravvivere!

E allora è passato un anno.
Un anno insieme 💓 
Un anno di coccole, di baci, di sensi di colpa per averti costretto ad una vita domestica, un anno di agguati, di graffi alle poltrone, di rincorse per casa, di stories su instagram, di te seduto a tavola con noi, di monellerie, di vizi, di spazzolamenti, di fusa con massaggi alle gambe, di mattinate passate alla finestra, di te che non ci molli un attimo e se ti parliamo ci rispondi.

E allora alla domanda: perché pubblichi sempre cose su gatti?
La risposta è semplice: perché devo celebrarti! 
Devo ringraziarti di poterti ancora stringere fra le mie braccia! 
Ringraziare del dono, che almeno con te, ci è stato fatto! 
Lo devo fare, ogni giorno!
Perchè sebbene rimarrai per sempre il mio piccolo #boccastorta , ormai nel cuore di tanti sei già diventato il famigerato #Leosuperstar

Buona vita, cucciolo!

La tua stupida umana 
4 ottobre 2018

Commenti

I post più letti questa settimana

Il potere dei colori nell'arredo

Sai riconoscere gli Stili d'Arredo?

SEGUIMI SU ⬇️

NEWS D'ARCHITETTURA E DESIGN